Referendum popolari abrogativi

 

Nella sola giornata di domenica 12 giugno 2022 dalle ore 7.00 alle ore 23.00 si voterà per i cinque Referendum popolari abrogativi, dichiarati ammissibili con sentenze della Corte Costituzionale nn.56, 57, 58, 59 e 60 in data 16 febbraio - 8 marzo 2022.

 

I decreti di indizione dei referendum sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale n.82 del 7 aprile 2022.

 

 leggi testo dei quesiti dei referendum popolari

 

Manifesto di Convocazione dei comizi elettorali

 

1° maggio 2022 – Avviso di deposito, nella Segreteria comunale, di verbale dell’Ufficiale elettorale

 

 

OPZIONE VOTO IN ITALIA DEI CITTADINI RESIDENTI ALL’ESTERO

 

La modalità di voto per gli elettori italiani residenti all'estero iscritti all'Aire è quella per corrispondenza, secondo quanto prevedono la legge n.459/2001 e il relativo regolamento di attuazione (DPR n.104/2003). La stessa normativa fa salva la possibilità di votare in Italia esercitando anticipatamente l'opzione, che è valida limitatamente alla singola consultazione.

Nel caso specifico, il diritto di optare per il voto in Italia deve essere esercitato entro il 17 aprile prossimo (decimo giorno successivo all'indizione del referendum, intesa come data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del DPR di indizione).

L'opzione deve pervenire all'Ufficio Consolare della circoscrizione di residenza dell'elettore, e può essere revocata con le stesse modalità ed entro lo stesso termine previsto per il suo esercizio.

disponibile modulo di opzione

 

 

VOTO DEGLI ELETTORI TEMPORANEAMENTE ALL’ESTERO PER MOTIVI DI LAVORO, STUDIO O CURE MEDICHE,  ai sensi dell’art. 4-bis della Legge n. 459/2001, modificato da ultimo dall’articolo 6, comma 2, lett. a), della Legge 3 novembre 2017, n. 165

 

Si comunica che gli elettori temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio e cure mediche, ai sensi dell’art. 4-bis della Legge n. 459/2001, come modificato da ultimo dall’articolo 6, comma 2, lett. a), della Legge 3 novembre 2017, n. 165, possono optare per il voto per corrispondenza nella circoscrizione Estero.

Per poter esercitare l’opzione in occasione dei Referendum Popolari abrogativi di DOMENICA 12 giugno 2022 occorre far pervenire al protocollo di questo Comune d’iscrizione nelle liste elettorali entro e non oltre l’11 MAGGIO 2022, domanda redatta in carta libera e con allegato valido documento d’identità, osservando una delle seguenti modalità:

via posta o recapito al protocollo dell’Ente: Comune di Caggiano - Viale Giovanni Palatucci, n. 4 – 84030 Caggiano (Sa);

mail: sportello@comune.caggiano.sa.it;

pec:demografici.caggiano@asmepec.it

La domanda deve contenere l'indirizzo postale al quale inviare il plico elettorale e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di cui al comma 1, resa ai sensi degli articoli 46 e 47 del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

disponibile Modello

 

VOTO DOMICILIARE PER ELETTORI AFFETTI DA INFERMITA’ CHE NE RENDANO IMPOSSIBILE L’ALLONTANAMENTO DALL’ABITAZIONE

 

Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l'ausilio del trasporto pubblico per disabili organizzato dal comune e gli elettori affetti da gravi infermità, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nella predetta dimora.

Per avvalersi del diritto di voto a domicilio, gli elettori devono far pervenire al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali, tra il quarantesimo (3 MAGGIO 2022) ed il ventesimo giorno (23 MAGGIO 2022) antecedente la data di votazione, una dichiarazione in carta libera attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano, indicandone l'indirizzo completo.

Alla dichiarazione deve essere allegata copia fotostatica della tessera elettorale nonché un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dalla competente Autorità Sanitaria Locale, in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione, che attesti, in capo all'elettore, la sussistenza delle condizioni di infermità di cui al comma 1 dell'art. 1 della Legge n. 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data del certificato ovvero la condizione di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tale da impedire all'elettore di recarsi al seggio. Nel caso sia necessario, l'elettore può essere assistito nel voto da un accompagnatore.

disponibile Modello di domanda

 

CONVOCAZIONE DELLA COMMISSIONE ELETTORALE COMUNALE PER LA NOMINA DEGLI SCRUTATORI – disponibile Manifesto

 

 

 

 

torna all'inizio del contenuto